Archivio per Categoria Blog

Di

Galleria

Di

Rifate il letto

Rifare il letto migliora la giornata

UN’ABITUDINE IMPORTANTE che dovreste
prendere SUBITO


SAPETE GIÀ quello che sto per dire: dovete rifare il letto.
Proprio così. Fatelo e basta.


Probabilmente ve l’hanno già ripetuto tante volte, ma avete mai
pensato al perché questa abitudine è così importante e ha un effetto
positivo su tutta la casa?
So che avete trascorso un sacco di tempo cercando motivazioni
apparentemente valide per non rifare il letto al mattino. Quindi, visto
che siete in vena di riflessioni, permettetemi di darvi altre cose a cui
pensare.
Provate a rifare il letto per un po’, solo per vedere l’effetto che fa.
O per dimostrare che avevate ragione voi.
A ogni modo, vi garantisco che quest’abitudine vi piacerà,
cambierà profondamente l’aspetto della vostra casa e soprattutto il
modo in cui voi vi sentirete. E se non sarà così, potrete
tranquillamente dirmi: «Te l’avevo detto!»

È COSÌ FACILE
Ancora una volta, dovete fidarvi di me. Fate un atto di fede. Vi
occorreranno circa ventisette secondi per rendervi conto che ho
ragione. Non è gran cosa. Sistemate i guanciali, tirate su le coperte,
lisciatele un po’ e avete finito!

È BELLO
Non dovrei neppure dirvelo, ma in questo modo ogni volta che
entrate e uscite dalla vostra camera da letto avrete una cosa in più
da ammirare a da apprezzare. Se volete che la vostra casa appaia
gradevole e pulita, rifare il letto è uno dei modi più rapidi per riuscirci.
Quindi che ne dite, rifare il letto tutte le mattine è una cosa sensata o
no?

PUÒ ESSERE UTILE IN CASO DI ALLERGIE
Se soffrite di allergie, questa abitudine può essere particolarmente
importante per voi. Tenere il letto coperto evita che polvere e
allergeni si accumulino fra le lenzuola e sul guanciale nel corso della
giornata, cosa che vi consentirà di respirare bene per tutta la notte.

TRASFORMA LA CAMERA DA LETTO IN TRENTA
SECONDI
Rifare il letto è il modo più rapido per far sembrare quasi ordinata
una stanza molto disordinata. Se di solito nella vostra camera regna
il caos, rifare il letto tutti i giorni sarà un bel passo avanti.

FA COMINCIARE LA GIORNATA CON IL PIEDE
GIUSTO
Avete presente quelle giornate in cui tutto vi riesce a meraviglia?
Cominciano sempre con un piccolo successo, e questo vi fa sentire
così fieri di voi stessi che non riuscite a smettere di fare una cosa
dopo l’altra. Perché non avere una giornata così ogni giorno creando
uno spazio bello e pulito appena vi alzate?

È UNA SODDISFAZIONE ALLA FINE DELLA
GIORNATA
Infilarsi in un letto ben fatto alla sera è una bella soddisfazione. È un
modo ideale per concludere una giornata produttiva, o per trovare
conforto quando siete stanchi morti. Anche se avete avuto una
giornata dura, infilarvi in un letto ben fatto vi metterà in uno stato
d’animo positivo e vi farà addormentare con un sorriso.

VI FARÀ SENTIRE DEI SUPER PADRONI DI CASA
È bello quando qualcuno passa a trovarvi all’improvviso e potete
farlo entrare in casa senza preoccuparvi dell’ordine e della pulizia.
Rendere presentabili una o due stanze è facile, ma la maggior parte
delle persone teme che gli ospiti possano lanciare un’occhiata in
camera da letto mentre vanno in bagno. In questi casi è un sollievo
sapere che vedranno un letto rifatto e noteranno come siete bravi a
tenere in ordine la vostra casa, anche sono venuti a trovarvi senza
preavviso. Non potrete non sentirvene orgogliosi, fidatevi di me!

DICE QUALCOSA SU DI VOI
Sapete già che tipi sono quelli che rifanno il proprio letto ogni
mattina. Sono persone dotate di integrità e determinazione, di
iniziativa. Persone che raggiungono i propri obiettivi, insomma dei
leader. E non potete fare a meno di ammirarne l’autodisciplina.
C’è una ragione se tante persone sagge e di successo giurano di
cominciare la giornata rifacendo il proprio letto, perché è un piccolo
gesto capace di cambiare la loro casa e la loro vita. Ogni volta che
rifate il vostro letto, anche voi siete come loro.

ALTRO DAL NOSTRO BLOG

Di

Pulizie di casa in 8 minuti

Pulizie di casa in 8 minuti

In casa sembra scoppiata una bomba ma stanno per arrivare degli ospiti improvvisi. Scommettiamo che riuscirete a fare le pulizie in solo 8 minuti con un risultato più che soddisfacente?

FARE TUTTO, MINUTO DOPO MINUTO
Okay, abbiamo 8 minuti. Possiamo farcela. Potete farcela. E ce la
farete.
Consideriamo il tempo che abbiamo a disposizione come otto
sessioni separate da un minuto ciascuna. Prima vi racconto
rapidamente quello che dovrete fare, poi vi spiegherò ogni minuto in
modo più dettagliato.

 

Minuto 1: fate in modo che la casa abbia un buon odore.
Minuto 2: sgombrate il piano di lavoro della cucina.
Minuto 3: sgombrate il tavolo della cucina.
Minuto 4: eliminate le cianfrusaglie dal soggiorno.
Minuto 5: prendete l’asciugamano del bagno e usatelo per dare una
rapida passata alle superfici.
Minuto 6: pulite rapidamente il water.
Minuto 7: spolverate le superfici di cucina e soggiorno.
Minuto 8: date una passata alle superfici e agli oggetti.

 

MINUTO 1: FATE IN MODO CHE LA CASA ABBIA UN BUON ODORE

Dato di fatto: un casa che profuma di pulito sembra pulita. I profumi
per la casa hanno il potere di trasformare il caos che si presenta agli
occhi degli altri e di indurli a pensare: Oh, che casa vissuta e piena
di fascino! piuttosto che: Oh, questa casa è un vero disastro! D’un
tratto il disordine apparirà quasi un vezzo, anziché un segno di
profonda trascuratezza.
L’odore della vostra casa farà tutta la differenza. Se non avete
tempo per nient’altro, per prima cosa occupatevi di questo!
Per comodità tengo sempre a portata di mano delle candele o
degli spray profumati (di buona qualità, non robaccia da quattro soldi
che ho persino paura di inalare), ma ci sono tanti altri modi per far sì
che una casa profumi di pulito quasi all’istante. Leggete il capitolo
«Profumi per la casa non a caso», vi troverete parecchie opzioni!

MINUTO 2: SGOMBRATE IL PIANO DI LAVORO DELLA CUCINA

Cominciamo dalla cucina, dal momento che ci finiamo quasi sempre
quando ci sono ospiti, o per sedere attorno al tavolo o per prendere
qualcosa da bere prima di sederci. Dato che i vostri ospiti potrebbero
consumare cibi o bevande in questa stanza, dovrà sembrare il più
pulita possibile.
Per prima cosa sgombrate il piano di lavoro. Date un’occhiata,
magari avete lasciato dei piatti sporchi, delle cartacce, della
spazzatura: potrebbe esserci qualsiasi cosa! Come accade un po’ in
tutte le case, sembra che nel corso della giornata ogni genere di
oggetto finisca sul piano di lavoro della vostra cucina, vero? Ecco,
occupatevi subito di quella roba: prendetela e buttatela via. Dieci
secondi. Fatto.
Se la pattumiera è piena, prendete un nuovo sacco della
spazzatura e appendetelo al pomello di un pensile come
promemoria. Non sprecate questo prezioso minuto dedicato ai piani
di lavoro per cambiare il sacco della spazzatura. Più tardi, se avrete
tempo, potrete nascondere il sacco nuovo, ma ora non state a
preoccuparvi: un sacchetto della spazzatura vuoto appeso a una
maniglia è molto meglio dei piani di lavoro della cucina ingombri di
robaccia.
Ora i piatti sporchi. Se avete una lavastoviglie e non è piena,
metteteli là dentro. Se non avete una lavastoviglie o se è piena,
buttate (non in senso letterale) i piatti nel lavello, mettete il tappo e
cominciate a far scorrere l’acqua calda. Versate nell’acqua un po’ di
detersivo per piatti. Indovinate cosa avete appena fatto? Avete
nascosto i vostri piatti sporchi. Adesso non fanno più disordine, anzi,
sembrerà che stavate semplicemente lavando i piatti, come farebbe
ogni bravo padrone di casa.
Astuto, eh? Il profumo del detersivo, inoltre, darà un tocco in più
alla stanza.
Che cos’altro c’è in giro? Carte? Oggetti vari? In casi come questi
ci sono alcuni trucchi per fare ordine rapidamente. Se sul piano di
lavoro tenete un cestino o un altro contenitore come faccio io,
ficcateci dentro tutto e la questione è chiusa. Io uso un’alzata di filo
metallico a due piani: funziona benissimo e sta bene sul piano di
lavoro della mia cucina quando è pieno di cianfrusaglie. Potete
anche prendere qualsiasi cesto o contenitore, se ne avete uno a
portata di mano, oppure cercate di impilare tutto in un angolo nella
maniera più ordinata possibile: sempre meglio di niente!
Se la situazione cianfrusaglie è davvero fuori controllo, potete
anche prendere tutto e buttarlo in camera da letto, in un armadio o
nella doccia e chiudere la porta o tirare la tenda. Non è l’ideale, ma
funziona!

MINUTO 3: SGOMBRATE IL TAVOLO DELLA CUCINA

Un tavolo della cucina sgombro è un ottimo posto attorno a cui
sedersi con gli ospiti per bere una tazza di tè e fare uno spuntino, e
inoltre fa sembrare la stanza più pulita. È come per la camera da
letto quando il letto è fatto: la fa sembrare più pulita dell’80%.
Lo stesso concetto applicato ai piani di lavoro vale anche qui,
quindi mettetevi al lavoro! Buttate via la spazzatura, mettete i piatti
nella lavastoviglie o nel lavello e aggiungete gli oggetti vari alla pila
che avete creato in un angolo del piano di lavoro. Facile.

MINUTO 4: ELIMINATE LE CIANFRUSAGLIE DAL SOGGIORNO

Di solito i soggiorni sono spazi belli e accoglienti, quindi non ci vuole
molto per farli sembrare puliti e in ordine. Di tutta la casa, questa è
probabilmente la stanza che preferisco trasformare in un minuto,
perché pochi secondi dedicati a riordinarla possono fare una grossa
differenza. Che genere di cianfrusaglie avete qui? Giocattoli? Vestiti?
Coperte? Piatti o bicchieri sporchi?
Cominciate con i piatti e i bicchieri, metteteli vicino alla porta che
va in cucina e poi passate al resto. Per quanto riguarda tutti gli altri
oggetti, cominciate con quelli più grossi e nascondete tutto ciò che
potete. Con l’esercizio diventerete sempre più bravi a riordinare in
così poco tempo, ma per il momento ciò che conta è mettere via
tutto il possibile. Potrete sempre gettare una coperta sullo schienale
del divano o raddrizzare un cuscino più tardi, quando entrerete in
questa stanza con i vostri ospiti.
Dopo il soggiorno andremo in bagno, quindi se per raggiungerlo
andate nella direzione della cucina portate con voi i piatti e i bicchieri
sporchi, altrimenti lasciateli dove sono e tornate a prenderli quando
avrete fatto il resto. Potrete buttarli nel lavello o nella lavastoviglie
quando ne avrete l’opportunità, l’importante è che ve ne ricordiate!

MINUTO 5: PRENDETE L’ASCIUGAMANO DEL BAGNO E USATELO
PER DARE UNA RAPIDA PASSATA ALLE SUPERFICI

Doversi asciugare le mani con un asciugamano bagnato è
probabilmente una delle cose più schifose che esistano, quindi fate
in modo che non accada ai vostri ospiti, visto che probabilmente vi
chiederanno di usare il bagno. Prendete l’asciugamano usato e date
una passata al lavandino e alle superfici circostanti, poi mettete nel
portasciugamani un asciugamano pulito per gli ospiti e buttate nel
cesto dei panni sporchi quello che avete usato per pulire. Se non ne
avete di piccoli, prendetene uno grande e sistematelo ben piegato
accanto al lavandino.

MINUTO 6: PULITE RAPIDAMENTE IL WATER

Sì, fatelo. Sarete contenti di averlo fatto. Qualsiasi tipo di detersivo
va bene. Versatene un po’ nella tazza e strofinatela con lo scopino
per eliminare eventuali macchie. Terminate strofinando la parte
superiore del serbatoio dell’acqua, la tavoletta e il bordo della tazza
con un po’ di carta igienica, passando dalla zona più pulita a quella
più sporca. Buttate la carta igienica nella tazza, tirate lo sciacquone
ed è fatta! Adesso avete un bagno che non spaventerà i vostri ospiti.
Magari ci saranno prodotti o giocattoli da usare nella vasca da bagno
in giro per la stanza, ma almeno ogni superficie che verrà
eventualmente toccata dai vostri ospiti sarà pulita.

MINUTO 7: SPOLVERATE LE SUPERFICI DI CUCINA E SOGGIORNO

È sorprendente come togliere un po’ di polvere possa abbellire uno
spazio. Attraversate la cucina e il soggiorno con un piumino per la
polvere, se ne avete uno, oppure con un panno morbido e asciutto.
Per spolverare in fretta concentratevi su tutte le superfici scure,
perché è lì che la polvere si vede di più: mobili di legno scuro,
monitor della TV e lampade con parti di metallo scuro. Vi stupirete
del risultato che otterrete in un minuto.

MINUTO 8: DATE UNA PASSATA ALLE SUPERFICI E AGLI OGGETTI

Prendete tre o quattro panni morbidi, bagnateli rapidamente sotto il
rubinetto e strizzateli bene: non cercate di spruzzare ogni singola
superficie con lo sgrassatore o altro prodotto simile, ci metterete di
più. Cominciate con la cucina, poi andate in soggiorno. Strofinate
ogni piano o superficie che i vostri ospiti toccheranno – il tavolo e le
sedie della cucina, il tavolino da caffè –, rimuovendo eventuali tracce
appiccicose.
Una volta ripulite queste superfici, passate agli oggetti che
luccicano. Alcuni attireranno lo sguardo e distrarranno dalle tracce di
disordine che avete lasciato in queste stanze, quindi strofinate i
mobili lucidi, gli orologi da parete, le lampade e altri oggetti
decorativi. Ogni volta che un panno viene utilizzato su una superficie
particolarmente appiccicosa, o su una molto impolverata,
prendetene uno pulito. Questo vi eviterà di strofinare più volte la
stessa superficie.

 

Gli 8 minuti sono finiti. Congratulatevi con voi stessi per l’enorme
differenza che avete fatto in casa vostra in così poco tempo.
Naturalmente, se avete ancora qualche minuto a disposizione,
sfruttatelo fino in fondo! Mettete in ordine altre cose qua e là,
rendetevi un po’ più presentabili o preparatevi un rapido spuntino. Ve
lo siete meritato!

ALTRO DAL NOSTRO BLOG

Di

Accorgimenti e trucchi per pulire casa

TRUCCHI DA AGGIUNGERE ALLA LISTA DELLE COSE DA FARE TUTTI I GIORNI per facilitarvi la vita

IN CASA ci sono cose che vanno fatte tutti i giorni perché gli ambienti
siano vivibili, e naturalmente ciascuno di voi ha la propria lista di
faccende da sbrigare quotidianamente. Ma in questo capitolo vi
propongo alcuni suggerimenti che si adatteranno al vostro elenco.
Vedrete che con i trucchi giusti risparmierete un sacco di tempo!

SUGGERIMENTO N. 1

Usate il vostro asciugamano per pulire il lavandino tutti i giorni, poi
sostituitelo con uno pulito: la sua superficie più ampia rispetto ai
normali stracci e il suo materiale superassorbente vi permetteranno
di far splendere il vostro lavandino in meno di quattro secondi, e
inoltre avrete sempre un asciugamano pulito.

SUGGERIMENTO N. 2

Ogni due o tre giorni spolverate rapidamente tutti gli specchi e le
superfici di vetro della vostra casa con un piumino per la polvere,
così potrete lasciar passare più tempo tra una pulizia e l’altra con il
panno e il detergente per i vetri. Dico sul serio: il 98,4% della
sporcizia che vedete su queste superfici è fatta solo di polvere o di
peli di animali, se ne avete in casa, non di impronte e di macchie
vere e proprie (okay, la percentuale me la sono inventata, ma questo
suggerimento fa davvero la differenza!).

SUGGERIMENTO N. 3

Il lucido per i mobili non è solo per i mobili! Una volta ogni tanto
usatelo su elettrodomestici, tavoli e ovunque si accumulino sporcizia,
impronte e polvere. Il lucido rallenta il depositarsi della sporcizia e
facilita la pulizia delle superfici quando sarà di nuovo il momento di
farlo.

SUGGERIMENTO N. 4

Dedicato agli amanti degli animali domestici: due o tre volte alla
settimana spargete sulla lettiera del vostro gatto un po’ di
bicarbonato. Anche se già usate della sabbia che contiene
bicarbonato, la lettiera resterà priva di odore molto più a lungo e sarà
molto più facile rimuovere la sabbia. Sarà come avere una lettiera
antiaderente!

SUGGERIMENTO N. 5

Per evitare che il fondo della pattumiera si sporchi, copritelo con un
paio di fogli di giornale ogni volta che cambiate il sacco. In questo
modo non dovrete mai più risciacquare la pattumiera appiccicosa, e
inoltre il giornale assorbirà i cattivi odori.

SUGGERIMENTO N. 6

Non sottovalutate il potere di acqua e sapone. Una volta al giorno
prendete in mano uno straccio bagnato e insaponato e vedrete
quante cose vi sembreranno pulirsi praticamente da sole. Ci
vogliono solo un paio di minuti al giorno per pulire macchie e
sgocciolature qua e là, ma quando avrete finito noterete la
differenza. Inoltre, riempire il lavello d’acqua calda saponata terrà
pulite le tubature.
Lo so, lo so: sembra una cosa così semplice e all’antica per le
case di oggi, piene come sono di elettrodomestici e detergenti
all’avanguardia, ma vedrete che roba! Io sono rimasta sorpresa
quanto lo sarete voi quando finalmente ho ceduto e sperimentato
questo vecchio «trucco», se così si può chiamare.

SUGGERIMENTO N. 7

Sbrigate ogni giorno faccende semplici come fare il bucato e lavare i
piatti, e cominceranno davvero a sembrarvi semplici! Panni sporchi,
piatti incrostati ed elettrodomestici che non vengono utilizzati per
giorni di seguito hanno un effetto negativo sull’aspetto e sull’odore
della casa. Dedicate qualche minuto ogni giorno a queste
incombenze e avrete l’impressione di fare grandi progressi.

SUGGERIMENTO N. 8

Investite qualche soldo in una piccola collezione di cesti di forme e
dimensioni diverse e vedrete come trasformeranno magicamente la
vostra casa: un bel cesto può riordinare una stanza e decorarla in
pochi secondi. Procuratevene di varie forme e misure, in modo che
stiano bene in ogni stanza della vostra casa, che possiate scambiarli
di posto e utilizzarli per scopi diversi nelle diverse stagioni dell’anno.
Un cesto grande può servire a contenere i giocattoli che sono in
soggiorno nel periodo natalizio e a riporre infradito, corde per saltare
e palloni da calcio d’estate. Mettetene in tutta la casa, vi aiuteranno
a farla apparire elegante e ordinata in un batter d’occhio. E quando
vi accorgete che non state più usando regolarmente quello che c’è
dentro, oppure quando cambia la stagione, svuotateli e mettete via
gli oggetti che contengono.

SUGGERIMENTO N. 9

Usate tantissimi panni, indipendentemente dal lavoro che state
facendo. Quando si tratta di pulire, triplicate la quantità di panni che
il buonsenso vi direbbe di usare. Pensiamo sempre che sia meglio
sciacquare lo stesso panno e riutilizzarlo, ma per la maggior parte
dei lavori è molto più veloce ed efficiente usare un panno nuovo
quando il primo è sporco e poi buttarli tutti in lavatrice. Fateci caso:
quanto tempo sprecate cercando di raccogliere la polvere o i peli di
animale su una superficie con un panno già sporco di polvere e peli?
Usando una quantità adeguata di panni puliti questo inconveniente
non vi capiterà più, e vi sembrerà assurdo avere buttato via tanto
tempo solo per guadagnare un po’ di spazio in lavatrice.
Facile, no? Qualche piccolo cambiamento nel modo di affrontare
le pulizie quotidiane può fare una grossa differenza.

ALTRO DAL NOSTRO BLOG

Di

Pulire la cucina

Accorgimenti per una cucina perfetta. I consigli

LA CUCINA è senz’altro una fra le stanze più sporche della vostra
casa. Tutti probabilmente le riserviamo un bel po’ del tempo e
dell’energia dedicati alle faccende di casa, ma la buona notizia è che
liberarsi una volta per tutte del caos in cucina non è solo uno dei
lavori domestici più impegnativi, ma può essere anche il più
soddisfacente. Se volete che la vostra cucina abbia un aspetto
immacolato senza trascorrere la giornata a strofinare, seguite questi
consigli e non ve ne pentirete.
Se l’idea di strofinare ogni pensile della cucina non vi attira per
niente, provate questo sistema.

In un secchio preparate una
soluzione con una parte di acqua calda saponata e una parte di
aceto bianco, poi prendete una pila di stracci morbidi.

Per prima cosa passate su tre o quattro pensili uno straccio ben imbevuto
di questa soluzione, aspettate una trentina di secondi e poi
passateci sopra uno straccio solo leggermente inumidito, per
assorbire l’acqua in eccesso. Lasciate che la soluzione lavori
per voi: strofinare non serve. Alla lunga questo metodo è meno
dannoso per i vostri pensili e vi evita la fatica di grattare via lo
sporco da ogni anta.

Se il paraspruzzi della vostra cucina è unto e incrostato di
calcare, preparate una pasta di bicarbonato e acqua e strofinate
le tracce di calcare con un vecchio spazzolino da denti.
Se avete un lavello di porcellana bianca, la cosa migliore per
pulirlo in fretta e facilmente si trova proprio nella vostra cucina!
In una ciotola preparate una pasta di bicarbonato e detergente
per piatti usando circa 50 grammi di bicarbonato e detergente
fino a ottenere un composto pastoso. Prendete un panno
morbido e strofinate delicatamente tutto il lavello, poi
risciacquate e vedrete che il vostro lavello brillerà come se fosse
nuovo. Non occorrono prodotti chimici: questa semplice
soluzione vi sembrerà imbattibile.

Un lavello d’acciaio inox diventato scuro e opaco può essere
riportato a nuova vita riempiendolo con una soluzione di acqua
e aceto bianco. Lasciatelo riposare per circa un’ora, poi usate
una spazzola con le setole di media durezza per strofinare
l’intera superficie. Se il vostro vecchio lavello è pieno di graffi e
di ammaccature, strofinatelo delicatamente e in senso circolare
con della lana d’acciaio per eliminare i graffi.

Se la vostra lavastoviglie non è più efficiente come una volta,
mettete una tazza piena di aceto bianco nel cestello superiore e
fate un ciclo completo di lavaggio a vuoto. Poi spruzzate una
tazza di bicarbonato sul fondo della lavastoviglie e fate un altro
ciclo completo. Ripetete questa procedura una volta al mese: i
vostri piatti splenderanno e tutto odorerà di pulito.

Per fare in modo che i piatti siano pulitissimi ed evitare che
diventino opachi, potete mettere una tazza d’aceto bianco sul
cestello superiore della lavastoviglie durante ogni ciclo di
lavaggio. Non mettete mai l’aceto nella vaschetta del
brillantante, perché restando lì per giorni o settimane di seguito
può danneggiare la lavastoviglie.
Ecco un piccolo trucco che vi farà risparmiare tempo: caricate
sempre la lavastoviglie mettendo insieme gli oggetti simili. Per
esempio, tutte le forchette nella stessa zona del cestello, tutte le
tazze insieme, tutti i bicchieri vicini, tutti i piatti l’uno accanto
all’altro e così via. Sembra scontato, ma quando svuoterete la
lavastoviglie non perderete tempo ed energia andando da un
pensile all’altro con un pezzo sempre diverso.

Se sul fondo della vostra pentola preferita sono rimasti residui di
cibo bruciacchiato, provate a lasciarla per tutta la notte immersa
nell’acqua insieme a un foglio per l’asciugatrice. Altrimenti
potete riempirla d’acqua e buttarci dentro il foglio. Vedrete che i
residui di cibo bruciacchiato verranno via facilmente.
Le pentole con il fondo di rame che hanno perso lucentezza
possono essere lucidate con mezzo limone passato nel sale e
usato come se fosse una spugna abrasiva. Funziona all’istante!
Se le vostre teglie hanno visto giorni migliori, potete farle tornare
come nuove strofinandole con una pasta d’acqua ossigenata e
bicarbonato. Se lo sporco è particolarmente resistente, lasciate
agire la pasta per tutta la notte.

Per fare in modo che le teglie nuove restino pulite, foderatele di
carta da forno o di carta stagnola ogni volta che le usate,
specialmente se cucinate cibi contenenti grassi o oli.
Pulite i piatti diventati opachi con una soluzione di aceto e
acqua. Se sui vostri piatti si sono accumulati depositi più
resistenti, lasciateli immersi per alcune ore in una soluzione di
acqua e aceto in parti uguali, poi strofinateli con un panno
umido. L’aceto elimina tutti i depositi opachi.
Una bella scorta di spugnette abrasive e antigraffio può
sostituire qualsiasi prodotto chimico aggressivo o «non
aggressivo». A volte è meglio risparmiare tempo e frustrazione
e mettersi subito a strofinare!
Ecco un altro ottimo rimedio per pulire le pentole bruciacchiate.
Se dopo la vostra ultima avventura in cucina sono rimasti avanzi
di cibo carbonizzato incollati al fondo della vostra padella
preferita, riempitela d’acqua per metà, aggiungetevi qualche
cucchiaio di succo di limone e mettete la pentola sui fornelli.
Scaldate l’acqua con il succo di limone finché comincia a bollire,
poi prendete un cucchiaio o una spatola di plastica e grattate via
delicatamente i residui di cibo carbonizzato. Verranno via
facilmente e senza lasciare tracce.

Per uccidere i germi che si annidano nelle spugne, mettetele nel
microonde ad alta potenza per due minuti. Questo rimedio farà
durare di più le vostre spugne e le pulirà in modo più efficace.

Pulite il vostro frullatore versandoci dentro acqua calda e alcune
gocce di detergente per piatti, poi fatelo girare a bassa velocità
per alcuni minuti. Risciacquatelo ed è pronto per la prossima
volta.

Ridate lucentezza alle vostre posate immergendole in una soluzione di acqua e aceto in parti uguali. Lasciatele in ammollo
per circa mezz’ora, poi strofinatele con un panno umido.
Sembreranno nuove!

Per evitare di sporcare i ripiani dei vostri pensili, posate i
barattoli di miele o salse e le bottiglie di olio e di aceto sopra dei
pirottini delle giuste dimensioni, e sostituiteli quando cominciano
a essere sporchi o appiccicosi.

Un piano di cottura di vetro molto sporco può essere una brutta
bestia da pulire. Se anche voi avete spesso questo problema, vi
servono solo un po’ di bicarbonato e alcuni stracci bagnati.
Spargete il bicarbonato su tutto il piano di cottura, poi stendeteci
sopra gli stracci bagnati. Lasciateli così per una trentina di
minuti, poi usate gli stessi stracci per eliminare il bicarbonato e
la sporcizia. Se sul piano resta qualcosa, strofinate con il
bicarbonato in quelle aree.

Se le griglie del piano di cottura sono incrostate di unto e di
sporcizia, per farle tornare pulite vi servono 120 millilitri di
ammoniaca e un sacchetto di plastica robusta. Potete usare un
sacchetto per ogni griglia, oppure metterle tutte insieme in un
sacco della spazzatura. Mettete le griglie nel sacchetto,
aggiungete l’ammoniaca e lasciatele riposare tutta la notte. Il
mattino dopo tirate fuori le griglie e sarete in grado di pulirle
facilmente.

Una pietra pomice è ideale per pulire le incrostazioni all’interno
del forno senza utilizzare prodotti chimici aggressivi. La pietra
pomice rimuoverà le incrostazioni senza rovinare il forno
(usatene una nuova, non quella che usate sotto la doccia per
eliminare i calli dei piedi!).

Le cappe aspiranti andrebbero pulite regolarmente perché siano
sempre efficienti. Usate una grossa pentola d’acqua bollente,
buttateci dentro 100 grammi di bicarbonato e metteteci in
ammollo i filtri della cappa.

ALTRO DAL NOSTRO BLOG